News

Rabbia al Salone di Torino

È stata definita l'"edizione dei record" per il numero di affluenze, tanto da dover chiudere i cancelli per un'ora a causa del sovraffollamento negli stand del Salone del Libro di Torino. Ma c'è chi, questa folla, non l'ha nemmeno vista: i trenta piccoli editori che, per un problema organizzativo di overbooking, sono stati relegati nel padiglione 4, una tensostruttura realizzata all'ultimo momento ma non dovutamente segnalata, tanto che la maggior parte dei visitatori non sa nemmeno che esista. Già si parla di richiesta di risarcimento.

Pubblicata il 2018-05-14

Potrebbero interessarti:

Bologna Children’s Book Fair 2019

Si avvicina la LVI edizione del Bologna Children’s Book Fair, la più grande manifestazione italiana per l'editoria per ragazzi: dal 1° al 4 aprile 2019 il capoluogo dell'Emilia-Romagna si riempie di letteratura e diventa un punto di riferimento per ...

Pay with a poem

Ogni 21 Marzo la società di caffè Julius Meinl festeggia la Giornata Mondiale della Poesia in un modo molto speciale: solo per un giorno, in ogni locale che aderisce all'iniziativa, si può prendere un caffè o un tè e pagarlo con una poesia scritta ...

Book Pride 2019

Dal 15 al 17 marzo 2019 si svolgerà alla Fabbrica del Vapore di Milano la V edizione di Book Pride, La Fiera Nazionale dell'Editoria Indipendente che quest'anno ha scelto come tema "Ogni desiderio: il desiderio di scrivere un libro, il desiderio di ...

Libri Come 2019

Dal 14 al 19 marzo 2019 si svolgerà all'Auditorium Parco della Musica di Roma la X edizione di Libri Come. Quest'anno il tema scelto dalla manifestazione dedicata al libro e alla lettura sarà la libertà, parola impegnativa, impossibile da codificare, ...

GeMS acquisisce Newton Compton

"Grandi notizie in casa editrice! Da oggi entriamo a far parte del Gruppo editoriale Mauri Spagnol (GeMS). Pronti a partire per questa grande avventura?": così scrive ieri sulla sua pagina facebook la casa editrice Newton Compton. È notizia fresca, ...

Libri come rifiuti non durevoli

Se ne è già parlato molto e già molto si è polemizzato: a Corato, in Puglia, l’Azienda Servizi Igiene e Pubblica Utilità ha cercato di trasmettere il giustissimo messaggio di preferire i prodotti durevoli per un minore impatto ambientale ma ha ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *