Aforisma

Washington Irving

Generazione dopo generazione, animali e vegetali muoiono, ma il principio vitale è sempre trasmesso alla posterità, e le specie continuano a germogliare. Così, anche ad un autore si succede un altro autore, e dopo aver fatto proseliti, quando raggiunge la vecchiaia, anche quest’ultimo se ne scende a dormire con i suoi padri, per così dire, gli autori che lo hanno preceduto… e da cui ha rubacchiato.


Potrebbero interessarti:

Mario Vargas Llosa

La buona letteratura tende ponti tra persone diverse e, dandoci piacere, facendoci soffrire o sorprendendoci, ci unisce al di là delle lingue, del credo, degli usi, dei costumi e dei pregiudizi che invece ci separano.

Bohumil Hrabal

Con un libro in mano apro gli occhi su un mondo diverso da quello dove appunto stavo, perché io quando incomincio a leggere sto proprio altrove, sto nel testo, io mi meraviglio e devo colpevolmente ammettere di essere davvero stato in un sogno, in un ...

Fabio Stassi

La chiamiamo letteratura per ragazzi, ma è un’etichetta che non ha senso. Bamboleggia assai meno di quella per adulti, non racconta storie edificanti, se è autentica, e mette in burla la società con molta più ferocia. Si prende gioco del potente e ...

Leon Battista Alberti

Il libro su cui venne vergata l’intera scienza libraria invocava soccorso per non essere roso dal topo. Il topo se la rise.

Marcel Proust

Noi sentiamo benissimo che la nostra saggezza comincia là dove finisce quella dello scrittore; e vorremmo che egli ci desse delle risposte, mentre tutto quello che egli può fare è solo d’ispirarci dei desideri.

Giorgio Manganelli

Sia onore alla letteratura. Essa è ambigua, asociale, incorreggibile e imperfettibile. Soprattutto, è totalmente ambigua. È disonesta. Parteggia per gli assassinati e gli assassini. È ingiusta. È diseducante. È sensuale. Non tollera che la si ...