Aforisma

Virginia Woolf

I libri, chissà come, s’influenzano fra di loro. Il romanzo sarà di molto migliorato dalla compagnia della poesia e della filosofia. D’altronde, se consideriamo qualunque figura del passato, Saffo, la Murasaki, Emily Brontë, scoprirete che è sempre erede di una tradizione, oltre ad essere l’inizio di una nuova tradizione, e la sua figura letteraria ha potuto esistere perché le donne avevano preso l’abitudine di scrivere con naturalezza.


Potrebbero interessarti:

Bohumil Hrabal

Vanamente bruciano libri, e quando quei libri hanno registrato qualche cosa che vale, si sente solo la risata silenziosa dei libri bruciati, perché un libro come si deve rimanda sempre altrove e fuori.

Gesualdo Bufalino

Il romanzo, come il teatro o il cinema, a cui talora li ruba, ma più spesso li regala, possiede il suo alfabeto di ruoli, esaustivo di tutte o quasi le varietà della psicologia e della pratica umana.

Mark Haddon

Quelli del mio mestiere [gli scrittori], noi siamo come il tasso o la talpa. Lavoriamo da soli nell’oscurità, guidati da minuscole candele che non condividiamo, sudando per dare alla luce pianeti di sostituzione dove accadono le cose che non accadono.

Andrea Camilleri

La letteratura è uno strumento critico che può aiutare a svelare le verità, a smascherarle. La fantasia narrativa può aiutare a riflettere e capire la realtà che ci circonda.

Dacia Maraini

Le storie sono comunicazione, dialogo, sono un tipo di apprendimento che dipende dalla dialettica che si crea tra chi racconta e chi ascolta.

Flannery O'Connor

Trovo che ognuno si accosti al romanzo a seconda del proprio interesse particolare: il medico cerca una malattia, il pastore un sermone, il povero i soldi e il ricco una giustificazione; e se trova quel che vuole, o almeno quanto è in grado di ...