Micro recensione

J. Roth

La leggenda del santo bevitore

La vita di Andreas, immigrato senzatetto e ubriacone, cambia improvvisamente una sera, quando un gentiluomo sconosciuto gli chiede un insolito favore: accettare duecento franchi in prestito e restituirli poi alla piccola santa Teresa di Lisieux. Un racconto franco e delicatissimo, che segue i passi di un uomo ormai senza volontà, sfinito dalla vita e in balia del prossimo e del destino. Una storia amara e dolce, scritta in modo immediato e semplice. Consigliato.
È un libro commovente, consigliato, drammatico, malinconico, straniero

Generi: autobiografia, racconto
Editore: Adelphi
Anno: 2006
Pagine: 73
Traduzione: Chiara Colli Staude



— Attenzione! L’edizione citata non rappresenta né un consiglio né una segnalazione. È semplicemente l’edizione su cui ci si è basati per redigere la presente recensione. —
Copertina La leggenda del santo bevitore

Potrebbero interessarti:
Patrimonio. Una storia vera

R

Ph. Roth

Patrimonio. Una storia vera

È un libro amaro, coinvolgente, commovente, introspettivo, malinconico
Generi: autobiografia, formazione, romanzo, saga familiare
Editore:  Einaudi
Anno: 2007
Pagine: 187
Traduzione: Vincenzo Mantovani
Di cosa parliamo quando parliamo d’amore

R

R. Carver

Di cosa parliamo quando parliamo d’amore

È un libro capolavoro, crudo, drammatico, impegnativo, intenso, introspettivo
Generi: racconto, realismo
Editore: Garzanti
Anno: 1987
Pagine: 148
Traduzione: Livia Manera
Il candore di padre Brown

R

G. K. Chesterton

Il candore di padre Brown

È un libro coinvolgente, consigliato, intrigante, riflessivo, stimolante
Generi: giallo, racconto, religione
Editore:  Fabbri editori
Anno: 1986
Pagine: 263
Traduzione: Giovanni Fattorini
L'uomo con molti libri

R

H. Hesse

L'uomo con molti libri

È un libro affascinante, consigliato, malinconico, riflessivo
Generi: filosofico, formazione, racconto, sociale
Editore:  Edizioni Studio Tesi
Anno: 1995
Pagine: 120
Traduzione: Francesca Brunetta
Scritto sul corpo

R

A. Bennett

Scritto sul corpo

È un libro affascinante, amaro, intenso, introspettivo
Generi: autobiografia, esistenzialista, formazione, romanzo, storico
Editore: Adelphi
Anno: 2006
Pagine: 57
Traduzione:  Davide Tortorella

2 risposte a “La leggenda del santo bevitore”

  1. A.MARIA P. ha detto:

    il protagonista è un uomo che vorresti difendere, che vorresti picchiare,
    che ti piacerebbe aiutare, che avresti voglia di insultare

  2. A.MARIA P. ha detto:

    Però, poco per volta, ti rendi conto che ti assomiglia… sei tu!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *