- J. Amado

La sirena della nave squarciò come un lamento il crepuscolo che avvolgeva la città. Il capitano João Magalhães s’appoggiò alla murata e rimase a guardare il caseggiato d’antica costruzione, i campanili delle chiese, i tetti neri, le vie lastricate d’enormi pietre. Il suo sguardo abbracciava una gran varietà di tetti, ma della via non scorgeva che un tratto breve, dove non passava nessuno. Senza saperne il perché, quelle pietre, con cui mani di schiavi avevano lastricato la via, gli parvero d’una commovente bellezza.

(Traduzione: Mario Da Silva)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • Bijou Una donna ferita e piena di paure, cresciuta e abbandonata da una madre estranea che la considerava alla stregua di un simpatico ma inutile animaletto da compagnia, fino ad imporle […]
  • CIGNI SELVATICICIGNI SELVATICI All’età di quindici anni mia nonna divenne concubina di un signore della guerra, un generale capo della polizia di un inconsistente governo nazionale cinese. Era il 1924, e la Cina era in […]
  • WALDENWALDEN Quando scrissi le pagine seguenti – o piuttosto gran parte di esse – vivevo da solo nei boschi, a un miglio di distanza da qualsiasi vicino, in una casa che mi ero costruito da solo, sulla […]
  • LA FATTORIA DEGLI ANIMALILA FATTORIA DEGLI ANIMALI Il signor Jones, della Fattoria Padronale, serrò a chiave il pollaio per la notte, ma, ubriaco com’era, scordò di chiudere le finestrelle. Nel cerchio di luce della sua lanterna che […]
  • LA MASCHERATA DELLA MORTE ROSSALA MASCHERATA DELLA MORTE ROSSA Dal gran tempo la «Morte Rossa» devastava la regione. Mai pestilenza era stata tanto fatale, o tanto atroce. Il sangue erano il suo Avatar e il suo sigillo: il rosso del sangue, il suo […]
  • LA STORIA INFINITALA STORIA INFINITA otairauqitnA ilodnairoC odarroC olraC eralotiT Questa scritta stava sulla porta a vetri di una botteguccia, ma naturalmente così la si vedeva solo guardando attraverso il vetro […]
  • IL NOME DELLA ROSAIL NOME DELLA ROSA In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio. Questo era in principio presso Dio e compito del monaco fedele sarebbe ripetere ogni giorno con salmodiante umiltà […]
  • SABOTAGGIO D’AMORESABOTAGGIO D’AMORE Al galoppo sul mio cavallo, sfilavo fra i ventilatori. Avevo sette anni. Niente era più piacevole che avere troppa aria nel cervello. Più la velocità fischiava, più entrava ossigeno che […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*