A. PIPERNO, La favola della vita vera

Favola della vita vera, La

Da quattordici anni Tati Cohen vive un’esistenza reclusa a causa di una malattia del sistema immunitario. All’improvviso, a ventidue anni, la malattia scompare e il mondo si spalanca nuovo e immenso davanti a lui. Il conflitto con la madre iperprotettiva e un invito inaspettato saranno la molla che gli permetterà di vivere la sua “favola”. Un racconto scialbo e talora raffazzonato malgrado la potenzialità della tematica, una scrittura scolastica e un finale insensato. Insipido.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, racconto

settembre 25, 2015   1 commento

S. CASATI MODIGNANI, Palazzo Sogliano

Palazzo Sogliano Il capo di una delle più importanti famiglie di corallari di Torre del Greco muore improvvisamente lasciando madre, moglie e figli, ma soprattutto un’attività e una reputazione che l’avevano reso famoso in tutto il mondo. Con la sua scomparsa vengono alla luce storie e segreti che cambieranno la vita di molti. Un racconto piatto, senza sfumature o introspezione, privo di emozioni, con personaggi scialbi e sbozzati e dialoghi freddi e falsi. Non c’è analisi o studio dei caratteri, solo un accumularsi di aneddoti. Inconsistente e faticoso.

Leggi tutto →

febbraio 13, 2015   3 commenti