E. WIESEL, La notte

Notte, La Attesa. Incoscienza. Leggerezza. Poi paura, crudeltà, orrore, speranza, dolore, rabbia, senso di colpa, indifferenza e infine più niente. Solo una lunga notte dell’anima. In un pugno di pagine Elie Wiesel ripercorre la sua storia dalla piccola città rumena della sua infanzia, dove la comunità ebrea sottovalutò i segnali di pericolo, ai treni che li portarono nei campi, fino all’ultima, mostruosa marcia di morte. Una testimonianza netta, che scortica le certezze e pone domande dure e rabbiose: perché? come? ma soprattutto: dov’era Dio? Indispensabile.

Leggi tutto →

gennaio 26, 2018   1 commento

T. SCARPA, Stabat Mater

Stabat Mater

L’esistenza di Cecilia è avvolta dalle tenebre: abbandonata in fasce nell’Ospitale della Pietà, impara a suonare il violino ma non a vivere; impastoiata nei suoi stessi pensieri oscuri, trascorre le notti a scrivere lettere amare alla madre che non ha mai conosciuto. La sua mente sprofonda in fantasie di morte sempre più torbide, finché non incontra il nuovo insegnante di violino, don Antonio Vivaldi. Un romanzo sull’acredine dell’abbandonato, il terrore dell’invisibile, l’angoscia nera del senza futuro, scritto a singulti, quasi un pianto isterico. Potente.

Leggi tutto →

settembre 1, 2017   Nessun commento

, Questa pelle è pulita. Diario di uno straniero in carcere

Questa pelle è pulita M. è senegalese, vende libri per le strade per conto di Terre di mezzo. Un pomeriggio di febbraio avvicina una ragazza per proporle un acquisto. Poco dopo la polizia lo arresta e lo chiude in carcere. L’accusa è di violenza sessuale, ma M. si dichiara innocente. Questo è il diario di un uomo privato della parola, della libertà, della giustizia, torturato dai secondini per la sua pelle e per un reato che non ha commesso. Una testimonianza coraggiosa, scritta in un italiano stentato che ha la forza della denuncia. Difficile.

Leggi tutto →

giugno 11, 2017   Nessun commento

R. DOYLE, La donna che sbatteva nelle porte

Donna che sbatteva nelle porte, La Paula Spencer tenta disperatamente di ricordare i momenti felici della sua vita: le domeniche in famiglia, col gelato e le patatine fritte; la prima volta che ha visto Charlo e il suo fascino da duro; il giorno del matrimonio e il romanticismo spensierato dei primi tempi. Ma poi ogni ricordo si tinge del nero dei pugni, delle costole rotte, degli insulti, della paura. Un romanzo teso, crudo, amaro, in cui i flashback stemperano nelle illusioni passate la disperazione del presente. Drammatico.

Leggi tutto →

settembre 9, 2016   Nessun commento

P. P. PASOLINI, Ragazzi di vita

Ragazzi di vita Per i ragazzi dei bassifondi di Roma negli anni ’50 non c’è vita, ma solo miseria. Dormire in accampamenti di fortuna, rubare, giocare d’azzardo, scappare dalla polizia o venire arrestati, prostituirsi per pochi spiccioli da convertire subito in alcol e divertimenti: questa la vita del Riccetto e dei suoi compagni. Il romanesco di Pasolini sa amalgamare la violenza, la corruzione, lo squallore e l’indifferenza con il lerciume della povertà e il sudiciume morale. Romanzo emblema del dopoguerra.

Leggi tutto →

luglio 22, 2016   Nessun commento

A. MERINI, Il tormento delle figure

Tormento delle figure, Il 2 Alda Merini, la poetessa tormentata, la donna dello scandalo e della pazzia, racconta senza falso pudore le sue esperienze amorose e i numerosi amanti: prose brevissime che sono inni all’amore carnale, come bisogno dell’altro per vivere con se stessi, ma anche all’amore platonico, spirituale, che travolge fino al limite, che coinvolge anche i sensi. Una scrittura che riflette la vita in bilico della Merini: scandalosa, profonda, cruda, vera, viva, complessa, sensuale, erotica, violenta, autodistruttiva. Intenso.

Leggi tutto →

luglio 1, 2016   Nessun commento

WU MING, Previsioni del tempo

Previsioni del tempo Un viaggio su gomma lungo mezza penisola aspetta Antonio, camionista. Con lui il famigerato Conte Piccolo, criminale senza scrupoli carico di paranoie. Il loro è un trasporto speciale: un carico di carne illegale da smerciare a supermercati emiliani in cambio di immondizia da riportare a Napoli, discarica d’Italia. Ma qualcosa va storto e tocca ad Angelo, dirigente finanziario vicino ai grandi Capi, decidere chi sacrificare. Un viaggio nel lerciume fisico e morale, raccontato in un vorticoso carosello di voci e storie, per una visuale a tutto tondo del degrado mafioso. Consigliato.

Leggi tutto →

Categorie: mafia, noir, romanzo, sociale

giugno 10, 2016   Nessun commento