A. LLENAS, I colori delle emozioni

Ogni emozione ha il suo colore: giallo per la felicità, blu per la tristezza, rosso per la rabbia. Ma il mostro dei colori ha fatto un bel pasticcio, mescolando le emozioni in un garbuglio vivace. Come si fa a restituire ad ogni emozione la sua giusta tinta e a rimetterla ordinatamente nel suo barattolino? Un libro che permette di scoprire qualcosa in più di sé attraverso l’impatto coloristico delle belle illustrazioni. Consigliato.

Leggi tutto →

febbraio 9, 2019   Nessun commento

G. K. CHESTERTON, Il candore di padre Brown

A prima vista è un pretino di campagna, basso e sciatto, con occhi slavati e anonimi. Ciò che colpisce di lui è quello che non si vede: uno spirito di osservazione acuto, una pronta e vasta comprensione dell’umanità, grandi doti investigative. Dodici racconti, dodici delitti, dodici colpevoli da smascherare, dodici uomini da capire e perdonare. Un personaggio bellissimo, un impasto di umiltà, filosofia, arguzia e compassione. Da leggere e rileggere.

Leggi tutto →

febbraio 8, 2019   Nessun commento

S. NIELSEN, Gli ottimisti muoiono prima

Petula ha sedici anni, ha paura di tutto ed è volutamente, incorreggibilmente pessimista. Ciò che l’ha trasformata da allegra creativa ad adolescente paranoica è stata la morte della sorellina, di cui si attribuisce la colpa. Un giorno, però, nel gruppo di arteterapia che frequenta, arriva un nuovo ragazzo: anche lui perso, sconfitto e con un terribile segreto. Ma, si sa, anche le amicizie più strane a volte fanno miracoli. Una storia di riscatto, di scavo interiore, di amicizia e d’amore che coinvolge dalla prima all’ultima pagina. Consigliato.

Leggi tutto →

gennaio 12, 2019   Nessun commento

H. HESSE, L’uomo con molti libri

Un uomo che cerca la vita nei libri e la scopre infine tra le braccia di una prostituta; due francescani così diversi da non sembrare nemmeno fratelli; un povero demente assurto a messia e costretto ad immolarsi; un vecchio frate narratore che per la prima volta delude il suo pubblico; due giovani di belle speranze in viaggio per scoprire bellezze e illusioni; la lotta dell’artista tra la lenta follia e il desiderio di immortalità. Sei racconti in cui tutto si rivela diverso da ciò che appare, dove la malinconia si cela sempre dietro l’incanto. Per riflettere.

Leggi tutto →

maggio 18, 2018   Nessun commento

R. DOYLE, Non solo a Natale

Non solo a Natale Danny e Jimmy, sono cresciuti insieme nel cuore di Dublino. Ormai non si vedono né parlano da vent’anni, quando Danny riceve una telefonata e accetta un appuntamento per rivedere suo fratello. Cosa li aveva separati? E cosa potranno dirsi ora, dopo tanto silenzio? Il pub della loro prima sbronza, ora vuoto e silenzioso, fa da sfondo ad un gioco di riflessi in cui si specchiano le molteplici, sfuggenti facce del ricordo. Una scrittura che cammina leggera sul filo del melodramma bilanciandosi con la sottile asta dell’ironia. Consigliato.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, romanzo

dicembre 15, 2017   Nessun commento

S. MÁRAI, Le braci

Braci, Le Sono quarantun anni che Henrick aspetta il ritorno di Konrad. Per quarantun anni ha potuto analizzare senza fretta ogni dettaglio del loro ultimo incontro, quando una verità angosciante e insospettabile ha cambiato la loro vita. Un lungo flashback, un articolato monologo sul vero significato di amicizia, fedeltà, tradimento, vendetta, che per Henrick non sono più solo parole. Una scrittura densa e amara, che alterna la rabbia alla rassegnazione e alla malinconia, splendide descrizioni e pagine di involuta introspezione. Impegnativo.

Leggi tutto →

novembre 24, 2017   Nessun commento

M. RIGONI STERN, Sentieri sotto la neve

Sentieri sotto la neve Stringata e tenera, sincera e diretta è la scrittura di Rigoni, il montanaro, il cacciatore, il soldato, l’uomo. Asiago è la sua terra, ne conosce ogni pascolo, sa le stagioni, parla con i crocieri, aspetta i caprioli, chiama per nome la neve. È lì che puntavano i suoi passi di ritorno dal Lager tedesco. Una raccolta di racconti sul silenzio della montagna, sulle tracce invisibili delle volpi, sulle cicatrici che lascia la guerra, sulla potenza fisica della memoria. Una scrittura che sa di nevischio e malga, uno scrittore da leggere e rileggere. Commovente.

Leggi tutto →

settembre 29, 2017   1 commento