T. KUHLMANN, Lindbergh. L’avventurosa storia del topo che sorvolò l’oceano

Lindbergh

C’era una volta, nella città di Amburgo, un topo che amava studiare i libri degli uomini. Un giorno si accorse all’improvviso che tutti i suoi compagni erano scomparsi: si erano imbarcati per l’America, lasciandolo solo. Provò a salire su una nave, ma il porto era troppo pericoloso, così decise che era giunto il momento di mettere in pratica tutto ciò che aveva imparato. Una storia di coraggio, caparbietà, forza e intelligenza, corredata da meravigliose illustrazioni ricche di dettagli. Magico.

Leggi tutto →

gennaio 6, 2018   Nessun commento

G. NOVENTA, Versi e poesie

Versi e poesie La poesia di Giacomo Noventa è un colpo di fioretto, rapido e pungente, fluido ed elegante, apparentemente semplice e immediato. Così è il suo dialetto veneziano, così sono le sue stoccate polemiche, le sue scoppiettanti insurrezioni civili, ma anche il suo romanticismo malinconico e la sua voglia di quella casa presto abbandonata e talvolta subìta. Una raccolta completa degli scritti poetici, da quelli ironici a quelli impegnati, dalle liriche d’amore alle proteste sociali. Da apprezzare in ogni momento.

Leggi tutto →

Categorie: poesia

ottobre 13, 2017   Nessun commento

F. CAMON, Il canto delle balene

Canto delle balene, Il Gli umani sono assai difficili da comprendere, ma quando l’umano in questione è tua moglie il disagio diventa drammatico. Anni di analisi, pagata dal marito, non sono serviti ad altro che a creare due mondi completamente separati, uno fatto di troppe parole e uno di arresi silenzi; almeno fino al giorno in cui lui scopre la perversità della psicanalisi e decide che è il momento di rivedere le scelte del passato. Un breve romanzo gustosissimo, amaramente ironico ed esilarante, con scambi di batture da cabaret. Brillante.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, romanzo

settembre 8, 2017   Nessun commento

W. GOLDMAN, La principessa sposa

Principessa sposa, La Mr Goldman ha un bellissimo ricordo de La principessa sposa, il romanzo che suo padre gli lesse a dieci anni, ma quando ormai adulto riesce a ripescarlo scopre i sapienti tagli della lettura paterna al testo originale. Decide allora di riscriverlo davvero per eliminare le parti “noiose” in favore dell’avventura: rapimenti, fughe, duelli, omicidi, intrighi, macchine di morte, miracoli, vendette e un grande amore. Un romanzo nel romanzo, ironico e brillante, una storia fantastica dal ritmo mozzafiato accompagnata dai sornioni commenti dell’autore. Geniale.

Leggi tutto →

agosto 4, 2017   Nessun commento

R. DOYLE, Il trattamento Ridarelli

trattamento-ridarelli-il

I Ridarelli sono degli esserini pelosi che proteggono i bambini: se un adulto li rimprovera o li mette in punizione, loro gli fanno pestare una cacca di cane. Quando però cercano di sottoporre il puzzolente “trattamento Ridarelli” al signor Mack, tutta la sua famiglia e il cane dei vicini si attivano per salvargli le scarpe. Un racconto spassoso, brillante e assurdo al punto giusto, arricchito da fantastiche illustrazioni. Geniale.

Leggi tutto →

dicembre 18, 2016   Nessun commento

O. WILDE, L’importanza di chiamarsi Ernesto

importanza-di-chiamarsi-ernesto-l Un ritratto cinico e sprezzante ma anche comico e affettuoso dell’alta società inglese di fine Ottocento: l’orfano Jack Worthing finge di chiamarsi Ernest per conquistare la bella Gwendolen, convinta di poter amare solo un uomo di nome Ernest. Nel frattempo Algernon Moncrieff si fa passare per un altro Ernest con la giovane Cecily, pupilla di Jack. Una commedia degli equivoci, “frivola per gente seria”, costruita con andamento aforistico, spassosa e brillante, che riesce a mettere a nudo la superficialità e l’ossessione per l’apparenza di un’intera epoca. Geniale.

Leggi tutto →

Categorie: satira, sociale, teatro

novembre 25, 2016   Nessun commento

FEDRO, Favole

favole Divenuto schiavo nella Roma di Augusto, colto e sfortunato, Fedro sceglie una forma semplice ma astuta per denunciare la corruzione del potere: l’apologo, favola allegorica con protagonisti animali che racconta l’ingiustizia e la meschinità umane. Ridefinendo la strada solo vagamente tracciata da Esopo, il poeta latino riesce a mettere in versi i costumi del suo tempo con straordinaria vividezza, grande abilità e una buona dose di cinismo. Una classico su cui riflettere, attuale oggi come allora.

Leggi tutto →

settembre 23, 2016   Nessun commento