A. BENNETT, Scritto sul corpo

Scritto sul corpo

Leeds, Inghilterra anni ’50. Un giovanissimo Alan Bennett studia il proprio corpo adolescente alla ricerca di un indizio di pubertà, confrontandolo con quello già maturo dei compagni. Il marchio dell’eterna infanzia si stampa su di lui come una condanna, portandolo ad interrogarsi di continuo su se stesso, la propria sessualità, il proprio posto nel mondo. Una riflessione sul rapporto tra fisico e mente, la scoperta dell’omosessualità raccontata con l’umorismo carico di amarezza tipico dell’autore. Breve e intenso.

Leggi tutto →

aprile 6, 2018   Nessun commento

P. MCGRATH, Follia

Follia Un ospedale psichiatrico, una donna sola, un marito ambizioso, un paziente volitivo, uno psichiatra ambiguo. Mescolando questi ingredienti con l’insoddisfazione, l’ossessione e il desiderio non si può che ottenere una totale sconfitta: Stella, moglie del vicedirettore dell’ospedale, è intrappolata in un rapporto basato sulla mera apparenza, ma riscopre il fuoco ardente nel misterioso Edgar, un artista che assassinò brutalmente sua moglie… Un dramma psicologico che si muove instabile su una distesa di menzogne, fra i trabocchetti della mente. Affascinante e oscuro.

Leggi tutto →

Categorie: diaristica, romanzo

dicembre 29, 2017   Nessun commento

S. MÁRAI, Le braci

Braci, Le Sono quarantun anni che Henrick aspetta il ritorno di Konrad. Per quarantun anni ha potuto analizzare senza fretta ogni dettaglio del loro ultimo incontro, quando una verità angosciante e insospettabile ha cambiato la loro vita. Un lungo flashback, un articolato monologo sul vero significato di amicizia, fedeltà, tradimento, vendetta, che per Henrick non sono più solo parole. Una scrittura densa e amara, che alterna la rabbia alla rassegnazione e alla malinconia, splendide descrizioni e pagine di involuta introspezione. Impegnativo.

Leggi tutto →

novembre 24, 2017   Nessun commento

P. S. BUCK, La buona terra

Buona terra, La Quando il contadino Wang Lung sposa la schiava O-Lan non immagina che la sua vita sarà baciata dalla più grande fortuna e schiacciata dalla più grande miseria. In una Cina in cui la ricchezza viene dalla terra e i contadini sono sfruttati alla fame, Wang Lung dovrà difendere la sua famiglia e la sua buona terra da siccità, inondazioni, ambizione e da se stesso. Un romanzo che presenta con schiettezza e maestria il progressivo abbandono dei campi, l’importanza di apparire agli occhi della società, la condizione della donna. Crudo e potente.

Leggi tutto →

novembre 17, 2017   Nessun commento

M. RIGONI STERN, Sentieri sotto la neve

Sentieri sotto la neve Stringata e tenera, sincera e diretta è la scrittura di Rigoni, il montanaro, il cacciatore, il soldato, l’uomo. Asiago è la sua terra, ne conosce ogni pascolo, sa le stagioni, parla con i crocieri, aspetta i caprioli, chiama per nome la neve. È lì che puntavano i suoi passi di ritorno dal Lager tedesco. Una raccolta di racconti sul silenzio della montagna, sulle tracce invisibili delle volpi, sulle cicatrici che lascia la guerra, sulla potenza fisica della memoria. Una scrittura che sa di nevischio e malga, uno scrittore da leggere e rileggere. Commovente.

Leggi tutto →

settembre 29, 2017   1 commento

L. DE VILMORIN, Coco Chanel

Coco Chanel L’autobiografia di Coco Chanel, dettata da lei stessa alla scrittrice Louise de Vilmorin: una vita reinventata e creata a sua immagine, per dar sostanza al proprio mito, dall’infanzia difficile alla morte prematura della madre, dall’abbandono del padre alle tiranniche zie che l’hanno cresciuta, dalla prima fuga per la libertà alla vera fuga romantica fino all’affermazione come stilista. Un racconto in cui traspare l’egocentrismo e l’amore per se stessa, dove ogni dettaglio è curato per dare al prodotto finale la forma immaginata. Affascinante.

Leggi tutto →

giugno 16, 2017   Nessun commento

G. PAULSEN, La cerva bianca

copertina non disponibile 1 Quest’anno John non andrà a caccia con il nonno, malato. Quest’anno dovrà scegliere da solo la preda, affrontare il bosco e la difficile sfida della natura. In un inseguimento che dura un giorno e una notte, John impara dalla cerva bianca che ha scelto molto più di quanto immaginasse: la morte e la vita, l’amore e l’accettazione. Un romanzo intenso che va assaporato lentamente, con descrizioni di splendidi paesaggi e una riflessione sulla natura della morte e sulla morte della natura. Coinvolgente.

Leggi tutto →

maggio 28, 2017   Nessun commento