- H. Hesse

Nell’ombra della casa, sulle rive soleggiate del fiume presso le barche, nell’ombra del bosco di Sal, all’ombra del fico crebbe Siddharta, il bel figlio del Brahmino, il giovane falco, insieme all’amico suo, Govinda, anch’egli figlio del Brahmino. Sulla riva del fiume, nei bagni, nelle sacre abluzioni, nei sacrifici votivi il sole bruniva le sue spalle lucenti.

(Traduzione: Massimo Mila)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • WALDENWALDEN Quando scrissi le pagine seguenti – o piuttosto gran parte di esse – vivevo da solo nei boschi, a un miglio di distanza da qualsiasi vicino, in una casa che mi ero costruito da solo, sulla […]
  • IL GIRO DEL MONDO IN OTTANTA GIORNIIL GIRO DEL MONDO IN OTTANTA GIORNI Nell’anno 1872, la casa al n. 7 di Saville Row, Burlington Gardens – casa nella quale, nel 1816, era morto Sheridan – era abitata da Phileas Fogg, esq., uno dei soci più singolari e più […]
  • Vagabondaggio Il desiderio di cambiare, di perdere per un po’ i punti di riferimento, di partire per l’ignoto, per quel che ci sarà dietro l’angolo, oltre la curva della strada, al di là del […]
  • FAHRENHEIT 451FAHRENHEIT 451 Era una gioia appiccare il fuoco. Era una gioia speciale veder le cose divorate, vederle annerite, diverse. Con la punta di rame del tubo fra le mani, con quel grosso pitone che sputava […]
  • IL GIUDICE E IL SUO BOIAIL GIUDICE E IL SUO BOIA La mattina del tre novembre 1948, nel punto in cui la strada di Lamboing (uno dei villaggi del Tassenberg) esce dal bosco che degrada lungo il vallone del Twannbach, il gendarme di Twann, […]
  • IL BUIO OLTRE LA SIEPEIL BUIO OLTRE LA SIEPE Jem, mio fratello, aveva quasi tredici anni all’epoca in cui si ruppe malamente il gomito sinistro. Quando guarì e gli passarono i timori di dover smettere di giocare a football, Jem non […]
  • I FIGLI DELLA MEZZANOTTEI FIGLI DELLA MEZZANOTTE Io sono nato nella città di Bombay... tanto tempo fa. No, non va bene, impossibile sfuggire alla data: sono nato nella casa di cura del dottor Narlikar il 15 agosto del 1947. E l'ora? […]
  • DUE RAGAZZI. DUBLINO. IL MAREDUE RAGAZZI. DUBLINO. IL MARE Ecco qua Mr Mack, gallo del borgo. Un piede su, quell’altro piede giù. Che fenomeno, eh. Con un buffetto al cappello di qui e un buon mattino di là, e tippettappe, che più dandy non è […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*