- J. London

Buck, non leggendo i giornali, non poteva sapere i guai che si preparavano non solo per lui ma per tutti i cani di grandi dimensioni, di forte muscolatura e di lungo e caldo pelo fra lo stretto di Puget e San Diego. Perché gli uomini, scavando nelle buie profondità dell’Artico, avevano trovato un biondo metallo, e le compagnie di navigazione e di trasporti ne avevano diffuso la notizia facendo accorrere migliaia di cercatori nelle regioni del Nord.

(Traduzione: non segnalato)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • LA DAMA E L’UNICORNOLA DAMA E L’UNICORNO Il messo ha voluto che andassi subito con lui. Jean Le Viste è così: pretende che tutti facciano come dice, immediatamente. E io l’ho fatto. Ho seguito il valletto, trattenendomi solo un […]
  • Il padre e lo stranieroIl padre e lo straniero Diego è un impiegato grigio, abitudinario, riservato, padre di Giacomo, bambino disabile; il sabato mattina è il suo turno all’istituto terapico. È lì che incontra il ricco e […]
  • TUTTI I NOMITUTTI I NOMI Sopra la cornice della porta c’è una placca metallica lunga e stretta, rivestita di smalto. Su sfondo bianco, le lettere nere annunciano Conservatoria Generale dell’Anagrafe. Lo smalto è […]
  • ANNA KARENINAANNA KARENINA Tutte le famiglie felici si assomigliano tra loro, ogni famiglia infelice è infelice a suo modo. Tutto era sossopra in casa degli Oblònskije. La moglie era venuta a sapere che il marito […]
  • LA CHIMERALA CHIMERA Nella notte tra il 16 e il 17 gennaio 1590, giorno di Sant’Antonio abate, mani ignote deposero sul torno cioè sulla grande ruota di legno che si trovava all’ingresso della Casa di Carità […]
  • RAGAZZI DI VITARAGAZZI DI VITA Era una caldissima giornata di luglio. Il Riccetto che doveva farsi la prima comunione e la cresima, s’era alzato già alle cinque; ma mentre scendeva giù per via Donna Olimpia coi calzoni […]
  • LA ZAMPA D’OCALA ZAMPA D’OCA Liborio viveva in cima a un monte. Come tutti i suoi contemporanei, sperava e temeva che l’Anno Mille volesse dire la fine del mondo. Per lui che era un eremita, la paura non avrebbe […]
  • L’AMMAZZATOIOL’AMMAZZATOIO Gervaise aveva aspettato alla finestra Lantier fino alle due del mattino. Poi, tremante di freddo, per essere rimasta, in camicia, esposta all’aria della notte, si era assopita, buttata di […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*