I. BRODSKIJ, Poesie di Natale

Poesie di Natale Il Natale è sempre un periodo di riflessioni: si tirano le somme, si pensa al prossimo, ci si rivolge al futuro. Non così per Brodskij che dal 1962 al 1995 compone 18 poesie per altrettanti Natali: dapprima a prevalere sono la solitudine e una «malinconia indicibile», una sfiducia verso la terra e le persone e tanta stanchezza. Poi però la magia del presepe e la luce della speranza si fanno spazio ad illuminare splendidi versi. Una raccolta che sa di vita, di amarezza, di mistero e di neve. Forte e delicato.

Leggi tutto →

dicembre 22, 2017   Nessun commento

M. CUEVAS, Il postino dei messaggi in bottiglia

Postino dei messaggi in bottiglia, Il In riva al mare, in cima ad una piccola altura, vive un uomo senza nome. Ogni giorno fissa gli occhi sulle acque in attesa che un luccichio riveli la presenza di un messaggio in bottiglia. Allora lo recupera, lo legge e parte per recapitarlo al destinatario. Ogni volta spera, ma i messaggi non sono mai per lui, fino al giorno in cui… Una piccola storia di attesa e gratitudine, accompagnata da delicatissimi disegni a pastello che la rendono ancor più preziosa. Commovente.

Leggi tutto →

dicembre 17, 2017   Nessun commento

R. DOYLE, Non solo a Natale

Non solo a Natale Danny e Jimmy, sono cresciuti insieme nel cuore di Dublino. Ormai non si vedono né parlano da vent’anni, quando Danny riceve una telefonata e accetta un appuntamento per rivedere suo fratello. Cosa li aveva separati? E cosa potranno dirsi ora, dopo tanto silenzio? Il pub della loro prima sbronza, ora vuoto e silenzioso, fa da sfondo ad un gioco di riflessi in cui si specchiano le molteplici, sfuggenti facce del ricordo. Una scrittura che cammina leggera sul filo del melodramma bilanciandosi con la sottile asta dell’ironia. Consigliato.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, romanzo

dicembre 15, 2017   Nessun commento

S. MÁRAI, Le braci

Braci, Le Sono quarantun anni che Henrick aspetta il ritorno di Konrad. Per quarantun anni ha potuto analizzare senza fretta ogni dettaglio del loro ultimo incontro, quando una verità angosciante e insospettabile ha cambiato la loro vita. Un lungo flashback, un articolato monologo sul vero significato di amicizia, fedeltà, tradimento, vendetta, che per Henrick non sono più solo parole. Una scrittura densa e amara, che alterna la rabbia alla rassegnazione e alla malinconia, splendide descrizioni e pagine di involuta introspezione. Impegnativo.

Leggi tutto →

novembre 24, 2017   Nessun commento

K. W. HASSLER, Agente intergalattico

Agente intergalattico Un gruppo di alieni umanoidi, i Nark, comincia a dare la caccia ad alcuni tra i più forti e abili esseri umani. Derek Kraag, in qualità di ex agente dell’Intergalac, viene richiamato in servizio per fare da preda in una caccia che può finire solo con la morte sua o dei suoi inseguitori. Una corsa tra pianeti, un gioco di astuzie e trabocchetti, una fuga rocambolesca in cui continuamente prede e cacciatori si scambiano i ruoli. Un romanzo di avventura ben congegnato e avvincente per chi comincia a muovere i primi passi nella fantascienza.

Leggi tutto →

novembre 18, 2017   Nessun commento

P. S. BUCK, La buona terra

Buona terra, La Quando il contadino Wang Lung sposa la schiava O-Lan non immagina che la sua vita sarà baciata dalla più grande fortuna e schiacciata dalla più grande miseria. In una Cina in cui la ricchezza viene dalla terra e i contadini sono sfruttati alla fame, Wang Lung dovrà difendere la sua famiglia e la sua buona terra da siccità, inondazioni, ambizione e da se stesso. Un romanzo che presenta con schiettezza e maestria il progressivo abbandono dei campi, l’importanza di apparire agli occhi della società, la condizione della donna. Crudo e potente.

Leggi tutto →

novembre 17, 2017   Nessun commento

R. BACH, Nessun luogo è lontano

Nessun luogo è lontano Richard Bach è l’uomo del volo, l’aviatore, il pilota acrobatico, il padre del gabbiano Jonathan Livingston. Il cielo è il suo spazio di ricerca, ciò che lo spinge sempre più su, che gli permette di dialogare con gli uccelli che solcano le nubi; sono loro che ancora dopo tanti anni gli ricordano che c’è sempre un’altra prospettiva da cui osservare il mondo. Un racconto brevissimo ma ricco di suggestioni, di spunti di riflessione, di dolcezza. Uno stile semplice che fa respirare più profondamente. Toccante.

Leggi tutto →

novembre 10, 2017   Nessun commento