- G. Durrell

Era stato un inverno molto rigido e, persino quando la primavera avrebbe dovuto avere il sopravvento, i crochi – che senza dubbio possedevano una fede commovente e incrollabile nelle stagioni – dovevano farsi largo attraverso una sottile crosta di neve. Il cielo era basso e grigio, pronto a scaricare un’altra nevicata da un momento all’altro, e un vento tagliente ululava attorno alla casa. Nell’insieme, le condizioni del tempo non erano l’ideale per una riunione di famiglia, specie se si trattava della mia famiglia.

(Traduzione: Laura Noulian)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORELA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE Una sera di primavera dell’anno 1934 un signore di età matura scese gli scalini di pietra che da uno dei ponti della Senna conducono alle rive del fiume. Là sono soliti dormire, o meglio […]
  • I FRATELLI KARAMAZOVI FRATELLI KARAMAZOV Aleksèj Fëdorovič Karamazov era il terzo figlio di un possidente del nostro distretto, Fëdor Pàvlovič Karamazov, molto noto ai suoi tempi (da noi del resto, se lo ricordano ancora oggi) […]
  • SPLENDORESPLENDORE Era il figlio del portiere. Suo padre aveva le chiavi di casa nostra, quando partivamo innaffiava le piante di mia madre. Per un periodo ci furono due nastri azzurri sullo stesso portone, […]
  • UOMINI E NOUOMINI E NO L’inverno del ’44 è stato a Milano il più mite che si sia avuto da un quarto di secolo; nebbia quasi mai, neve mai, pioggia non più da novembre, e non una nuvola per mesi; tutto il giorno […]
  • L’OCCHIO DEL LUPOL’OCCHIO DEL LUPO Il ragazzo è immobile, ritto davanti al recinto del lupo. Il lupo va e viene. Gira in lungo e in largo senza mai fermarsi. “Che scocciatore, quel tipo…” Ecco quello che pensa il lupo. […]
  • IL NOME DELLA ROSAIL NOME DELLA ROSA In principio era il Verbo e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio. Questo era in principio presso Dio e compito del monaco fedele sarebbe ripetere ogni giorno con salmodiante umiltà […]
  • L’AMICO RITROVATOL’AMICO RITROVATO Entrò nella mia vita nel febbraio 1932 per non uscirne più. Da allora è passato più di un quarto di secolo, più di novemila giorni tediosi e senza scopo, che l’assenza della speranza ha […]
  • I DONI DELLA VITAI DONI DELLA VITA Erano insieme: erano felici. I familiari, che non li perdevano mai di vista, si erano piazzati fra loro e li tenevano separati con dolcezza implacabile, ma il ragazzo e la ragazza sapevano […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*