-

Le cronache dei Sassanidi, antichi re di Persia, che avevano esteso il loro impero nelle Indie e, ben oltre il Gange, fino alla Cina, riferiscono che ci fu una volta un re di quella potente casa, che fu il più eccellente principe del suo tempo. Era amato dai sudditi per la sua saggezza e prudenza e temuto dai vicini per la fama del suo valore e per la reputazione delle sue soldatesche bellicose e ben disciplinate. Egli aveva due figli: il primogenito si chiamava Shahriyàr, e l’altro Shahzamàn, ed erano entrambi degni eredi delle virtù paterne.

(Traduzione: Armando Dominicis)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • IL FU MATTIA PASCALIL FU MATTIA PASCAL Una delle poche cose, anzi forse la sola ch’io sapessi di certo era questa: che mi chiamavo Mattia Pascal. E me ne approfittavo. Ogni qual volta qualcuno de’ miei amici o conoscenti […]
  • IL PROCESSOIL PROCESSO Qualcuno doveva aver calunniato Josef K., perché senza che avesse fatto niente di male, una mattina fu arrestato. La cuoca della signora Grubach, sua affittacamere, che ogni giorno verso […]
  • CUORE DI TENEBRACUORE DI TENEBRA La Nellie, un’imbarcazione da crociera, girò sull'ancora senza il più lieve fileggiare delle vele, e fu ferma. La marea s’era alzata, il vento quasi cessato e, poiché si scendeva il fiume, […]
  • Le mille e una morteLe mille e una morte Sette racconti per un unico tema: la morte. Può arrivare improvvisa e spaventosa ma mai inattesa: una sfida lunga anni, la natura spietata, un tranello ben meditato, la follia, […]
  • BEN HURBEN HUR Il Gebel es Zubleh è una catena di montagne che misura cinquanta miglia e più di lunghezza, ed è così stretta che il suo tracciato sulla carta geografica somiglia a un centopiedi […]
  • POMERIGGIO DI UNO SCRITTOREPOMERIGGIO DI UNO SCRITTORE Da quando una volta, per quasi un anno, era vissuto immaginando di aver perso il linguaggio, per lo scrittore ogni frase che scriveva e con la quale avvertiva anche la spinta alla […]
  • LE AVVENTURE DI UN UOMO VIVOLE AVVENTURE DI UN UOMO VIVO Il vento si levò alto ad occidente come un’onda d’irragionevole felicità, e si slanciò verso oriente sull’Inghilterra, portando seco il nevoso aroma delle foreste e la gelida ubriachezza […]
  • IL SERGENTE NELLA NEVEIL SERGENTE NELLA NEVE Ho ancora nel naso l’odore che faceva il grasso sul fucile mitragliatore arroventato. Ho ancora nelle orecchie e sin dentro il cervello il rumore della neve che crocchiava sotto le scarpe, […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*