- R. Viganò

Una sera di settembre l’Agnese tornando a casa dal lavatoio col mucchio di panni bagnati sulla carriola, incontrò un soldato nella cavedagna. Era un soldato giovane, piccolo e stracciato. Aveva le scarpe rotte, e si vedevano le dita dei piedi, sporche, color di fango. Guardandolo, l’Agnese si sentì stanca. Si fermò, abbassò le stanghe. La carriola era pesante.

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • MIO PICCOLO MIOMIO PICCOLO MIO Qualcuno di voi ha forse ascoltato la radio, il 15 ottobre dell’anno scorso? E ha sentito che si cercava un ragazzo scomparso? Dicevano circa così: «La polizia di Stoccolma ricerca Bo […]
  • UCCELLI DI ROVOUCCELLI DI ROVO L’8 dicembre 1915, Meggie Cleary festeggiò il quarto compleanno. Dopo la colazione, sua madre sparecchiò, e senza una parola, le mise sulle braccia un pacco avvolto in carta marrone; poi […]
  • LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMILA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI Alice Della Rocca odiava la scuola di sci. Odiava la sveglia alle sette e mezzo del mattino anche nelle vacanze di Natale e suo padre che a colazione la fissava e sotto il lavoro faceva […]
  • PADDY CLARKE AH AH AH!PADDY CLARKE AH AH AH! Venivamo giù per la nostra strada. Kevin si fermò a un cancello e col bastone gli mollò un colpo. Era il cancello della signora Quigley; quella stava sempre alla finestra ma non faceva mai […]
  • MR. NORRIS SE NE VAMR. NORRIS SE NE VA La prima cosa che notai fu che gli occhi dello sconosciuto erano di un insolito colore azzurro chiaro. Quegli occhi incontrarono i miei, imbarazzati, per alcuni secondi, ed erano vuoti di […]
  • ESPIAZIONEESPIAZIONE Lo spettacolo per il quale Briony aveva ideato locandine, programmi e biglietti, costruito il botteghino con un paravento sbilenco e foderato di carta rossa la cassetta dei soldi, era […]
  • IL SERGENTE NELLA NEVEIL SERGENTE NELLA NEVE Ho ancora nel naso l’odore che faceva il grasso sul fucile mitragliatore arroventato. Ho ancora nelle orecchie e sin dentro il cervello il rumore della neve che crocchiava sotto le scarpe, […]
  • I FIGLI DELLA MEZZANOTTEI FIGLI DELLA MEZZANOTTE Io sono nato nella città di Bombay... tanto tempo fa. No, non va bene, impossibile sfuggire alla data: sono nato nella casa di cura del dottor Narlikar il 15 agosto del 1947. E l'ora? […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*