- E. Salgari

Allo!
– Che cosa c’è, John?
– Non senti alcun odore, tu, Harry?
– Mah! Non mi pare.
– E tu, Giorgio?
– Uhm!…
– Siete dunque senza naso?
– Può darsi, John – rispose il giovane che si chiamava Harry.
– Non lo crederò mai, amico. Sono trent’anni che batti la prateria, ammesso che tu abbia imparato a sparare il fucile a dodici anni.

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • LA SIGNORA DELLE CAMELIELA SIGNORA DELLE CAMELIE Secondo me, non si possono creare personaggi se non dopo aver studiato a lungo gli uomini, così come non si può parlare una lingua straniera se non la si è imparata molto bene. Non ho […]
  • IL GRANDE GATSBYIL GRANDE GATSBY Negli anni più vulnerabili della giovinezza, mio padre mi diede un consiglio che non mi è mai più uscito di mente. “Quando ti vien voglia di criticare qualcuno” mi disse “ricordati che non […]
  • IL PADIGLIONE D’OROIL PADIGLIONE D’ORO Mio padre mi aveva parlato spesso del Padiglione d’oro, fin da quand’ero bambino. Sono nato su uno sperduto promontorio che s’avanza nel mar del Giappone a nord-est di Maizuru. Mio padre […]
  • I PIRATI DELLA MALESIAI PIRATI DELLA MALESIA «Mastro Bill, dove siamo?» «In piena Malesia, mio caro Kammamuri.» «Ci vorrà molto tempo, prima di arrivare a destinazione?» «Birbone, ti annoi forse?» «Annoiarmi no, ma ho molta […]
  • BALZAC E LA PICCOLA SARTA CINESEBALZAC E LA PICCOLA SARTA CINESE Il capo del villaggio, un uomo sui cinquant’anni, era seduto a gambe incrociate al centro della stanza, accanto a un focolare scavato nel terreno in cui bruciava del carbone, e stava […]
  • Bijou Una donna ferita e piena di paure, cresciuta e abbandonata da una madre estranea che la considerava alla stregua di un simpatico ma inutile animaletto da compagnia, fino ad imporle […]
  • IL CANTO DELLE BALENEIL CANTO DELLE BALENE Questa è la storia di come ho tradito mia moglie e non ne sono affatto pentito. Se lo merita. Non perché anche lei mi tradisca: so bene che non mi tradirà mai. Però fa qualcosa di peggio, […]
  • DIARIO 1941-1943DIARIO 1941-1943 Domenica 9 marzo. Avanti, allora! È un momento penoso, quasi insormontabile: devo affidare il mio animo represso a uno stupido foglio di carta a righe. I pensieri sono spesso così chiari e […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*