- E. A. Poe

Dal gran tempo la «Morte Rossa» devastava la regione. Mai pestilenza era stata tanto fatale, o tanto atroce. Il sangue erano il suo Avatar e il suo sigillo: il rosso del sangue, il suo orrore. Dolori acuti, poi subita vertigine, poi sangue e sangue che essudava dai pori, e la dissoluzione finale. Le chiazze scarlatte sul corpo e specialmente sul volto della vittima erano il bando letale che la escludevano dall’aiuto e dalla pietà dei suoi simili.

(Traduzione: Luciana Pozzi)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • LA CITTÀ DEI LIBRI SOGNANTILA CITTÀ DEI LIBRI SOGNANTI Qui comincia la storia. Racconta come sono entrato in possesso del Libro sanguinoso e come ho incontrato l’unza. Non è una storia per tipi dalla pelle sensibile e dai nervi deboli: a chi […]
  • L’IDIOTAL’IDIOTA Verso le nove del mattino d’una giornata di sgelo, sul finir di novembre, il treno della ferrovia Pietroburgo-Varsavia si avvicinava a tutto vapore a Pietroburgo. Il tempo era così umido e […]
  • SABOTAGGIO D’AMORESABOTAGGIO D’AMORE Al galoppo sul mio cavallo, sfilavo fra i ventilatori. Avevo sette anni. Niente era più piacevole che avere troppa aria nel cervello. Più la velocità fischiava, più entrava ossigeno che […]
  • AMERICAN PSYCHOAMERICAN PSYCHO LASCIATE OGNI SPERANZA VOI CH’ENTRATE sta scribacchiato a grandi lettere rosso sangue sul muro della Chemical Bank vicino all’angolo tra l’Unidcesima e la Prima e la scritta è tanto grossa […]
  • TERRE DEL FINIMONDOTERRE DEL FINIMONDO La sirena della nave squarciò come un lamento il crepuscolo che avvolgeva la città. Il capitano João Magalhães s’appoggiò alla murata e rimase a guardare il caseggiato d’antica […]
  • DIARIO DI SCUOLADIARIO DI SCUOLA Cominciamo dall’epilogo: la mamma, quasi centenaria, guarda un film su un autore che conosce bene. Si vede l’autore a casa sua, a Parigi, circondato dai suoi libri, nella sua biblioteca […]
  • Dannati e leggeriDannati e leggeri La tata Xenia racconta gli scontri, i silenzi e i segreti della singolare famiglia in cui ha lavorato per quattro generazioni. Un gran ribollire di personaggi dai caratteri […]
  • CIME TEMPESTOSECIME TEMPESTOSE 1801. Sono appena rientrato dopo aver fatto visita al mio padrone di casa: l’unico vicino, un uomo solitario, che mi potrebbe infastidire. Questa regione è senza dubbio meravigliosa! Sono […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*