Giorgio Manganelli

Nella mia vita fin dall’infanzia ho sempre praticato il peccato di lussuria libraria. Ho amato i libri di amore passionale, poligamico, vizioso, incontinente, maniacale. Ho sedotto e stuprato libri. Ho abbandonato libri in stato interessante. Ho ucciso libri per gelosia, altri ho scelto per odio di altri libri che non volevano amarmi.

Categorie: Aforismi

Ti potrebbero interessare

  • Daniel PennacDaniel Pennac Appena un libro finisce nelle nostre mani, è nostro, proprio come dicono i bambini: “È il mio libro” … parte integrante di me stesso. È forse questa la ragione per cui così difficilmente […]
  • Francesco CarofiglioFrancesco Carofiglio Quando ero bambino mi hanno raccontato una storia: mi hanno detto che dentro i libri c’era un tesoro nascosto e che avrei potuto trovarlo. Allora io ho cominciato a cercarlo, libro per […]
  • SENILITÀSENILITÀ Subito, con le prime parole che le rivolse, volle avvisarla che non intendeva compromettersi in una relazione troppo seria. Parlò cioè a un dipresso così: «T’amo molto e per il tuo bene […]
  • Fabio StassiFabio Stassi Sono convinto che il primo personaggio di romanzo in cui ci si imbatte da bambini condiziona la nostra vita quanto i nostri familiari o il miglior amico. Avviene con lui una sorta di […]
  • Beatrice MasiniBeatrice Masini Mettere un bambino davanti a tre libri e dirgli di prenderne solo uno è sottoporlo a una tortura che non merita.
  • Dacia Maraini La scrittura è davvero amata nel nostro paese, tanto amata che spesso viene uccisa sul nascere, soffocata per troppo amore. Mentre gli occhi pazienti che seguono le righe e le pagine, […]
  • François TruffautFrançois Truffaut Tre film al giorno, tre libri alla settimana, dei dischi di grande musica faranno la mia felicità fino alla mia morte.
  • Mahatma GandhiMahatma Gandhi Quando la mia intelligenza si sarà affinata e quando avrò letto di più, capirò meglio.

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*