romanzi



S. VINCI, Stanza 411

Stanza 411 Una donna in una stanza d’albergo, alla ricerca di qualcosa, tenerezza, violenza, amore, forse. Un uomo difficile, volubile, un amante. Una relazione nata quasi per caso, fra treni, motel, attimi rubati, silenzi e sigarette. Libertà e legami, fughe e incontri, amore e crudeltà. Un romanzo dall’andamento instabile come le emozioni della protagonista, che viaggiano sull’onda della passione, del desiderio, della paura. Una scrittura intimista e spezzata che racconta le possibilità del sentimento. Particolare.

Leggi tutto →

Categorie: epistolare, romanzo, rosa

luglio 14, 2017   Nessun commento

J. VILLORO, Chiamate da Amsterdam

Chiamate da Amsterdam Dieci anni di matrimonio consumati alla cieca, credendo di conoscere e capire. Quando Juan Jesùs si trova solo, avvolto nei ricordi amari, nelle domande mai fatte, nelle incomprensioni mai sciolte, Amsterdam, la mèta tanto sognata, diventa un angolo reale dell’immaginazione, da cui può ancora sperare di raggiungere Nuria. La storia di un amore che soccombe alle circostanze, che si lascia plasmare da fantasticherie e silenzi, come la prosa che segue il naufragio lento delle sensazioni del protagonista. Interessante.

Leggi tutto →

luglio 1, 2017   Nessun commento

H. DE BALZAC, Papà Goriot

Papà Goriot Il denaro è il vero protagonista di questa vicenda fatta di avidità, lusso, meschinità, intrighi. Tutti sono ossessionati dall’idea di guadagnare di più: il giovane Rastignac vuole un posto nella società, la timida Victorine vuole riavere la propria eredità, il vecchio Goriot vuole garantire alla sue avide figlie tutto il lusso di cui non è capace, il losco Vautrin maneggia vite e destini per i suoi scopi… Ognuno è inserito nel perfetto carosello balzacchiano di vite intrecciate ad arte, in cui si muove un’umanità varia e attualissima. Capolavoro.

Leggi tutto →

giugno 23, 2017   Nessun commento

L. DE VILMORIN, Coco Chanel

Coco Chanel L’autobiografia di Coco Chanel, dettata da lei stessa alla scrittrice Louise de Vilmorin: una vita reinventata e creata a sua immagine, per dar sostanza al proprio mito, dall’infanzia difficile alla morte prematura della madre, dall’abbandono del padre alle tiranniche zie che l’hanno cresciuta, dalla prima fuga per la libertà alla vera fuga romantica fino all’affermazione come stilista. Un racconto in cui traspare l’egocentrismo e l’amore per se stessa, dove ogni dettaglio è curato per dare al prodotto finale la forma immaginata. Affascinante.

Leggi tutto →

giugno 16, 2017   Nessun commento

J. AUSTEN, Lady Susan

Lady Susan La reputazione di Lady Susan è sempre in bilico: donna dai mille volti, abile manipolatrice, vedova alla ricerca di nuovi flirt, amante della mondanità, non si preoccupa di spezzare legami familiari per assaporare il gusto del dominio. Una marchesa de Merteuil britannica, Lady Susan sa stupire i lettori ad ogni pagina, con la sua calcolata indipendenza e il suo fascino arguto. Un breve romanzo epistolare che racconta con ironia la buona società inglese nel perfetto stile di Jane Austen. Accattivante.

Leggi tutto →

giugno 2, 2017   Nessun commento

G. PAULSEN, La cerva bianca

copertina non disponibile 1 Quest’anno John non andrà a caccia con il nonno, malato. Quest’anno dovrà scegliere da solo la preda, affrontare il bosco e la difficile sfida della natura. In un inseguimento che dura un giorno e una notte, John impara dalla cerva bianca che ha scelto molto più di quanto immaginasse: la morte e la vita, l’amore e l’accettazione. Un romanzo intenso che va assaporato lentamente, con descrizioni di splendidi paesaggi e una riflessione sulla natura della morte e sulla morte della natura. Coinvolgente.

Leggi tutto →

maggio 28, 2017   Nessun commento

F. CAMON, Un altare per la madre

Altare per la madre, Un Che cos’è la morte? Come può accettarla chi resta? E che cosa rimane dopo la morte di una madre? Ferdinando Camon perde la sua, pilastro silenzioso, presenza inosservata ma salda, contadina semplice e silenziosa. Ora la vede meglio: negli occhi del fratello, così simile a lei; nelle parole dello straniero che racconta episodi dimenticati; nel lavoro folle del padre che vuole costruirle un altare. Un romanzo appassionato, umile, in cui trabocca il desiderio di capire e di far capire. Una scrittura intensa e schietta, come la campagna veneta. Potente.

Leggi tutto →

maggio 19, 2017   1 commento