romanzi



D. ADAMS, Ristorante al termine dell’Universo

Continua il periodo nero di Arthur Dent, ramingo per lo spazio: a bordo di una nave spaziale che funziona ad Improbabilità, insieme al presidente delle galassie e le sue due teste, un autostoppista di Betelgeuse, un robot depresso e l’ultima donna sopravvissuta alla distruzione della Terra, è alla ricerca della domanda fondamentale sulla vita, l’Universo e tutto quanto la cui risposta è 42. Un romanzo fantascientifico fatto di trovate esilaranti e mozzafiato e di un’ironia e un cinismo insieme rozzi e sofisticati. Geniale.

Leggi tutto →

maggio 25, 2018   Nessun commento

S. CREECH, Il solito, normalissimo caos

Solito, normalissimo caos, Il Mary Lou è una tipica tredicenne con una famiglia davvero atipica: un padre sulle nuvole, una madre severa, una sorella maggiore dispotica e tre fratellini pestiferi. E se a tutto ciò si aggiunge un cugino taciturno che nasconde un segreto sconvolgente e la scoperta della prima vera cotta, l’estate di Mary Lou si prospetta assai movimentata. Un romanzo in forma di diario che racconta l’importanza di mettersi nei panni degli altri per conoscere se stessi. Godibile.

Leggi tutto →

aprile 7, 2018   Nessun commento

A. BENNETT, Scritto sul corpo

Scritto sul corpo

Leeds, Inghilterra anni ’50. Un giovanissimo Alan Bennett studia il proprio corpo adolescente alla ricerca di un indizio di pubertà, confrontandolo con quello già maturo dei compagni. Il marchio dell’eterna infanzia si stampa su di lui come una condanna, portandolo ad interrogarsi di continuo su se stesso, la propria sessualità, il proprio posto nel mondo. Una riflessione sul rapporto tra fisico e mente, la scoperta dell’omosessualità raccontata con l’umorismo carico di amarezza tipico dell’autore. Breve e intenso.

Leggi tutto →

aprile 6, 2018   Nessun commento

B. SCHLINK, A voce alta

A voce alta Michael è un adolescente alle prese con la scoperta di sé e del mondo, Hannah è una donna matura che ha visto più di quanto non dica. Nella Germania degli anni ’50 nasce la loro relazione, fatta di omissioni, insicurezze, sesso e letture a voce alta. Ma poi Michael viene abbandonato e cresce portando con sé il mistero di quell’amante, fino a che non la ritrova inaspettatamente e ne scopre i segreti. Un romanzo scomodo, di mezze accuse e mezzi perdoni in cui si insinua, strisciante e pericolosa, la domanda per eccellenza: cosa avrei fatto io? Per riflettere.

Leggi tutto →

febbraio 10, 2018   Nessun commento

P. COELHO, Il cammino dell’arco

Cammino dell'arco, Il Stupefatto dalla maestria con l’arco del falegname Tetsuya, un ragazzo lo implora di insegnargli i segreti di questa antica disciplina. Tetsuya accetta, ma non è facile far comprendere che il tiro con l’arco è innanzitutto un modo di concepire la vita, un percorso interiore che mira alla conoscenza di se stessi. Una storia che procede per aforismi e massime, un manuale di formazione per l’uomo. Consigliato a chiunque pratichi una disciplina che richieda costanza e determinazione e preveda una buona dose di fallimenti, come la vita.

Leggi tutto →

febbraio 2, 2018   Nessun commento

B. YOSHIMOTO, Kitchen

Kitchen Ora Mikage è completamente sola: ha perso infine anche la nonna che l’ha cresciuta. Nell’abisso del dolore, compare inaspettata la mano di Yūichi, che le offre una casa, una famiglia – per quanto inusuale –, affetto e speranza. Una storia di dolore, di ricerca, di lotta con la morte. Una scrittura sperimentale che vorrebbe trasporre in narrativa il linguaggio del manga giapponese ma che tratta temi difficili in modo superficiale, tratteggiando personaggi altrimenti affascinanti e risultando spesso banale e artificiosa. Inconsistente.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, romanzo

gennaio 19, 2018   Nessun commento

J. STEINBECK, Furore

Furore Nell’America degli anni ‘30, il crollo dell’economia e una grave siccità colpiscono gli stati agricoli dell’est, spingendo i mezzadri, espropriati e affamati, a cercare lavoro negli stati dell’Ovest. Caricati i pochi averi su un catorcio di fortuna, anche la famiglia Joad parte verso il miraggio di una California ricca dove ricominciare. Attorno a loro, però, si assiepano migliaia di migranti come loro costretti alle azioni più turpi per poter mangiare, sfruttati nella loro disperazione, odiati e temuti. Il romanzo che ha saputo narrare la Grande Depressione in tutta la sua indifferente e bieca ferocia. Capolavoro.

Leggi tutto →

gennaio 12, 2018   Nessun commento