libri di diaristica



E. M. DELAFIELD, Diario di una lady di provincia

Un diario scritto tra il 1929 e il 1930, dove l’unico evento che accade è la semplice, quotidiana vita. La protagonista vive nella provincia inglese piatta e contegnosa, in cui deve incanalare il proprio spirito, talvolta pigro talvolta esuberante, dentro meccanismi sociali precostituiti e adattati all’assonnata campagna: la cura della casa e della prole, l’Associazione femminile, il Club del libro, le visite ai vicini, le feste in giardino, le piccole malignità tra donne. Leggero, arguto, sempre sul filo tra ironia e frustrazione. Divertente.

Leggi tutto →

gennaio 11, 2019   Nessun commento

S. CREECH, Il solito, normalissimo caos

Solito, normalissimo caos, Il Mary Lou è una tipica tredicenne con una famiglia davvero atipica: un padre sulle nuvole, una madre severa, una sorella maggiore dispotica e tre fratellini pestiferi. E se a tutto ciò si aggiunge un cugino taciturno che nasconde un segreto sconvolgente e la scoperta della prima vera cotta, l’estate di Mary Lou si prospetta assai movimentata. Un romanzo in forma di diario che racconta l’importanza di mettersi nei panni degli altri per conoscere se stessi. Godibile.

Leggi tutto →

aprile 7, 2018   Nessun commento

P. MCGRATH, Follia

Follia Un ospedale psichiatrico, una donna sola, un marito ambizioso, un paziente volitivo, uno psichiatra ambiguo. Mescolando questi ingredienti con l’insoddisfazione, l’ossessione e il desiderio non si può che ottenere una totale sconfitta: Stella, moglie del vicedirettore dell’ospedale, è intrappolata in un rapporto basato sulla mera apparenza, ma riscopre il fuoco ardente nel misterioso Edgar, un artista che assassinò brutalmente sua moglie… Un dramma psicologico che si muove instabile su una distesa di menzogne, fra i trabocchetti della mente. Affascinante e oscuro.

Leggi tutto →

Categorie: diaristica, romanzo

dicembre 29, 2017   Nessun commento

W. IRVING, La leggenda di Sleepy Hollow

Leggenda di Sleepy Hollow, La Washington Irving era un appassionato di leggende, miti locali, storie tramandate davanti al fuoco. Nella sua raccolta più famosa si trova la leggenda di Sleepy Hollow, che narra di un giovane maestro, Ichabod Crane, affascinato dal terrore e dal mistero delle vecchie storie tanto da rimanerne invischiato: una notte incontra un cavaliere proveniente dall’Assia alla ricerca della sua testa perduta… Un racconto ricco di ironia e trapunto di dettagliate descrizioni di luoghi e costumi del tempo. Simpatico.

Leggi tutto →

ottobre 30, 2017   Nessun commento

G. MOZZI, Sono l’ultimo a scendere e altre storie credibili

Sono l'ultimo scendere Per cinque anni Mozzi ha tenuto un diario in rete per raccontare le ordinarie stravaganze di una vita da ramingo: battibecchi con postini e poliziotti, passeggiate notturne tra i vicoli di Padova, viaggi più o meno avventurosi su ogni tipo di treno, telefonate moleste di aspiranti scrittori o insistenti venditori. Quello che rimane è un’enorme difficoltà di comunicazione tra persone, una sensazione di arrogante decadenza nelle relazioni, il tutto condito con l’ironia caustica e autoreferenziale dello scrittore smagato. Fulminante.

Leggi tutto →

ottobre 20, 2017   Nessun commento

T. SCARPA, Stabat Mater

Stabat Mater

L’esistenza di Cecilia è avvolta dalle tenebre: abbandonata in fasce nell’Ospitale della Pietà, impara a suonare il violino ma non a vivere; impastoiata nei suoi stessi pensieri oscuri, trascorre le notti a scrivere lettere amare alla madre che non ha mai conosciuto. La sua mente sprofonda in fantasie di morte sempre più torbide, finché non incontra il nuovo insegnante di violino, don Antonio Vivaldi. Un romanzo sull’acredine dell’abbandonato, il terrore dell’invisibile, l’angoscia nera del senza futuro, scritto a singulti, quasi un pianto isterico. Potente.

Leggi tutto →

settembre 1, 2017   Nessun commento

, Questa pelle è pulita. Diario di uno straniero in carcere

Questa pelle è pulita M. è senegalese, vende libri per le strade per conto di Terre di mezzo. Un pomeriggio di febbraio avvicina una ragazza per proporle un acquisto. Poco dopo la polizia lo arresta e lo chiude in carcere. L’accusa è di violenza sessuale, ma M. si dichiara innocente. Questo è il diario di un uomo privato della parola, della libertà, della giustizia, torturato dai secondini per la sua pelle e per un reato che non ha commesso. Una testimonianza coraggiosa, scritta in un italiano stentato che ha la forza della denuncia. Difficile.

Leggi tutto →

giugno 11, 2017   Nessun commento