, Fine pena: ora

fine-pena-ora Nel 1985 Elvio Fassone, magistrato, condanna all’ergastolo Salvatore M., mafioso pluriomicida. Da allora, ventisei anni di corrispondenza tra l’ergastolano e il suo giudice, il racconto drammatico e spaventoso di una vita negata, di una rinascita disperatamente cercata e sfuggente, di un dolore che non passa mai. La riflessione di una giurista sulla pena detentiva più lunga e sul significato della riabilitazione, talvolta equivocato o perso tra le pieghe della burocrazia. Una prosa elegante e lineare per una tematica che scava in profondità. Amaro ma necessario.

Editore: Sellerio
Anno: 2016
Pagine: 210

— Attenzione! L’edizione citata non rappresenta né un consiglio né una segnalazione. È semplicemente l’edizione su cui ci si è basati per redigere la presente recensione. —

Ti potrebbero interessare

  • Che cos’è l’antisemitismo? Per Favore Rispondete. La giornalista e scrittrice Lia Levi, da anni impegnata a raccontare nelle scuole la sua esperienza di giovane ebrea nell’Italia delle leggi razziali, ha riunito in volume 20 tra […]
  • Nati due volteNati due volte Comincia una nuova vita per il professor Frigerio quando nasce il figlio Paolo, colpito da tetraparesi spastica. Prima, tutto il suo mondo ruotava intorno all’insegnamento e […]
  • Una bella differenzaUna bella differenza L'antropologo Marco Aime racconta alle sue nipotine Chiara ed Elena le grandi differenze tra i popoli del mondo: dal concetto di famiglia al rapporto col cibo, dal linguaggio alla […]
  • Bijou Una donna ferita e piena di paure, cresciuta e abbandonata da una madre estranea che la considerava alla stregua di un simpatico ma inutile animaletto da compagnia, fino ad imporle […]
  • Papà GoriotPapà Goriot Il denaro è il vero protagonista di questa vicenda fatta di avidità, lusso, meschinità, intrighi. Tutti sono ossessionati dall’idea di guadagnare di più: il giovane Rastignac vuole […]
  • Ti racconterò tutte le storie che potrò Negli ultimi giorni di vita Agnese Borsellino si racconta al giornalista Salvo Palazzolo: il primo incontro con Paolo e la decisione di sposarsi, l’arrivo dei figli e la loro […]
  • Questa pelle è pulita. Diario di uno straniero in carcereQuesta pelle è pulita. Diario di uno straniero in carcere M. è senegalese, vende libri per le strade per conto di Terre di mezzo. Un pomeriggio di febbraio avvicina una ragazza per proporle un acquisto. Poco dopo la polizia lo arresta e […]
  • Volevo essere una farfalla Che cosa significa essere anoressici? Quali pensieri portano una persona a brutalizzare il proprio corpo? Michela Marzano prova a raccontare la sua esperienza, dall’infanzia […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*