, Lettera al padre

copertina non disponibile 1 In una lettera mai consegnata, Kafka decide finalmente di confidarsi con il padre autoritario, da sempre temuto e odiato. Accuse e recriminazioni, solo apparentemente attribuite ad entrambi, fanno trapelare una personalità debole e rancorosa, soggiogata dalla volontà paterna. Testo breve ma denso, una scrittura emotiva che tenta di reprimere la rabbia, la frustrazione e la solitudine attraverso la razionalità. Commovente.

Editore: Acquarelli (Giunti Demetra)
Anno: 2000
Pagine: 76
Traduzione: Danila Moro

— Attenzione! L’edizione citata non rappresenta né un consiglio né una segnalazione. È semplicemente l’edizione su cui ci si è basati per redigere la presente recensione. —

Ti potrebbero interessare

  • Furari. Sulle orme del ventoFurari. Sulle orme del vento Tadataka Inô cammina contando i suoi passi, per misurare la città di Edo e calcolare così la misura esatta di un grado sul meridiano. Curioso di tutto, “vaga sulle orme del vento” […]
  • Il Piccolo Principe Un aviatore precipitato nel deserto si ritrova solo e assetato tra sabbia e stelle quando inaspettatamente incontra un bambino: è il piccolo principe dell’asteroide B-612, curioso […]
  • Non mi piace il fatto che sei bellaNon mi piace il fatto che sei bella Rosa, quindici anni, si sente inadeguata e diversa, e riesce a dimenticare se stessa solo quando danza. Gabriele, stessa età, è il più bello della scuola, sempre a caccia di […]
  • Bijou Una donna ferita e piena di paure, cresciuta e abbandonata da una madre estranea che la considerava alla stregua di un simpatico ma inutile animaletto da compagnia, fino ad imporle […]
  • Ethan FromeEthan Frome Ethan Frome è un uomo schivo, incupito dalla sofferenza, da un incedere claudicante e una tristezza caliginosa che ricopre ogni suo gesto. Anche il suo passato è un cumulo di […]
  • Nati due volteNati due volte Comincia una nuova vita per il professor Frigerio quando nasce il figlio Paolo, colpito da tetraparesi spastica. Prima, tutto il suo mondo ruotava intorno all’insegnamento e […]
  • Un altare per la madreUn altare per la madre Che cos’è la morte? Come può accettarla chi resta? E che cosa rimane dopo la morte di una madre? Ferdinando Camon perde la sua, pilastro silenzioso, presenza inosservata ma salda, […]
  • Via della Posta, 30Via della Posta, 30 Via della Posta, 30: un semplice indirizzo, un anonimo caseggiato grigio, eppure, per tanti ragazzi soli, abbandonati, cacciati, fuggiti, perduti, delusi, infranti contro la […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*