, Guida galattica per gli autostoppisti

Guida galattica per gli autostoppisti Brutta, brutta giornata per Arthur Dent: quando delle ruspe tentano di abbattere casa sua e un’astronave aliena distrugge la Terra per migliorare la viabilità interstellare, viene incredibilmente salvato dal suo migliore amico che gli confessa di essere un autostoppista di Betelgeuse a spasso per le galassie fornito solo di una Guida che reca in copertina la rassicurante scritta rossa: Don’t Panic! Fra trovate ingegnose e sorprendenti, bizzarrie e logiche assurdità, la lettura corre piacevole e divertentissima sul filo di una scrittura sempre pulita e mai banale. Geniale.

Editore: Mondadori
Anno: 1999
Pagine: 212
Traduzione: Laura Serra

Nota: l’intera saga dedicata alla Guida Galattica comprende: Guida galattica per gli autostoppisti; Ristorante al termine dell’Universo; La vita, l’universo e tutto quanto; Addio e grazie per tutto il pesce; Praticamente innocuo; E un’altra cosa…

— Attenzione! L’edizione citata non rappresenta né un consiglio né una segnalazione. È semplicemente l’edizione su cui ci si è basati per redigere la presente recensione. —

Ti potrebbero interessare

  • Ristorante al termine dell’UniversoRistorante al termine dell’Universo Continua il periodo nero di Arthur Dent, ramingo per lo spazio: a bordo di una nave spaziale che funziona ad Improbabilità, insieme al presidente delle galassie e le sue due teste, […]
  • La principessa sposaLa principessa sposa Mr Goldman ha un bellissimo ricordo de La principessa sposa, il romanzo che suo padre gli lesse a dieci anni, ma quando ormai adulto riesce a ripescarlo scopre i sapienti tagli […]
  • Il più grande uomo scimmia del Pleistocene I membri di una bislacca famiglia di uomini scimmia s’ingegnano per sopravvivere nel bel mezzo del Pleistocene: guidati da Edward, capofamiglia con la smania dell’evoluzione e […]
  • Grazie Un artista, premiato per l’insieme della sua opera, viene invitato a tenere un discorso di ringraziamento. Il problema è che non sa assolutamente da che parte partire. Monologo […]
  • Il paradiso degli orchi Benjamin Malaussène si ritrova invischiato suo malgrado in una serie di attentati bombaroli al Grande Magazzino in cui lavora in qualità di capro espiatorio. Attorno a lui si muove […]
  • La grammatica è una canzone dolce In seguito ad un naufragio, i due fratellini Tommaso e Giovanna, resi muti dalla violenza della tempesta, si risvegliano su un’isola speciale in cui le parole sono vive e la […]
  • Rosencrantz e Guildenstern sono mortiRosencrantz e Guildenstern sono morti I gentiluomini Rosencrantz e Guildenstern sono convocati alla corte di Danimarca per scoprire cosa affligga Amleto. I due, senza riuscire a comprendere la situazione e incerti […]
  • Il ragazzo che prendeva a calci i porcelliIl ragazzo che prendeva a calci i porcelli Robert Cagliari ha 13 anni, è malvagio, odia profondamente il genere umano e prende a calci qualsiasi cosa somigli a un porcello, dal salvadanaio di sua sorella alle braciole […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*