- G. K. Chesterton

Il vento si levò alto ad occidente come un’onda d’irragionevole felicità, e si slanciò verso oriente sull’Inghilterra, portando seco il nevoso aroma delle foreste e la gelida ubriachezza del mare. In mille buchi e cantucci ristorò la gente come un boccale di vin fresco e la sorprese come una percossa.

(Traduzione: Emilio Cecchi)

Categorie: Incipitando

Ti potrebbero interessare

  • Le avventure di un uomo vivo Racconta il processo alle incomprensibili azioni di uno strampalato inglese che gira il mondo per ritrovare la casa che ha appena lasciato. Sorprendente per l'ironia e la serietà, […]
  • La tempestosa vita di capitan Salgari Chi non ha navigato sulla Folgore del Corsaro Nero? Chi non ha attraversato intricate foreste sui passi di Tremal-Naik? Chi non ha combattuto al fianco di Sandokan e Yanez? Pirati […]
  • LE MILLE E UNA NOTTELE MILLE E UNA NOTTE Le cronache dei Sassanidi, antichi re di Persia, che avevano esteso il loro impero nelle Indie e, ben oltre il Gange, fino alla Cina, riferiscono che ci fu una volta un re di quella […]
  • CUORE DI TENEBRACUORE DI TENEBRA La Nellie, un’imbarcazione da crociera, girò sull'ancora senza il più lieve fileggiare delle vele, e fu ferma. La marea s’era alzata, il vento quasi cessato e, poiché si scendeva il fiume, […]
  • Modu, un nuovo amicoModu, un nuovo amico Oggi non è un altro noioso giorno di scuola per Sofia: è arrivato Modu, un nuovo compagno dal Senegal! La curiosità è tanta e Sofia, abituata alle grandi città, si costruisce mille […]
  • NIHAL DELLA TERRA DEL VENTONIHAL DELLA TERRA DEL VENTO Il sole inondava la pianura. Era un autunno particolarmente clemente: l’erba era ancora d’un verde vivido e ondeggiava contro le mura della città come un mare in bonaccia. Sul terrazzo in […]
  • LA GITA A TINDARILA GITA A TINDARI Che fosse vigilante, se ne faceva capace dal fatto che la testa gli funzionava secondo logica e non seguendo l’assurdo labirinto del sogno, che sentiva il regolare sciabordìo del mare, che […]
  • SHININGSHINING Jack Torrence pensò: Piccolo stronzo intrigante. Ullman era alto poco più di un metro e sessanta, e quando si muoveva aveva la rapidità scattante che sembra essere peculiare a tutti gli […]

0 commenti

Non ci sono ancora commenti...

Per inserire un commento usa il form qui sotto.

Lascia un commento

*