LA LEGGENDA DEL SANTO BEVITORE - J. Roth

Una sera di primavera dell’anno 1934 un signore di età matura scese gli scalini di pietra che da uno dei ponti della Senna conducono alle rive del fiume. Là sono soliti dormire, o meglio accamparsi, i vagabondi di Parigi, cosa nota quasi a tutti, ma che pur merita ricordare in questa occasione.
Uno di tali vagabondi veniva per caso incontro al signore maturo che, del resto, era vestito bene e dava l’impressione di un viaggiatore curioso di visitare i luoghi caratteristici di una città straniera.

(Traduzione: Chiara Colli Staude)

Categorie: Incipitando

aprile 3, 2017   Nessun commento

J. ROTH, Confessione di un assassino

Confessione di un assassino

In una lunga notte parigina, seduti al tavolino di un bar, quattro uomini ascoltano la storia di Semjon Semjonovic Golubcik, spia russa, che confessa dettagliatamente le strane e oscure circostanze che l’hanno spinto a commettere un duplice omicidio. Un noir “alla russa” che accompagna passo passo il protagonista lungo il percorso verso il male, trascinato sempre più a fondo nell’iniquità e nell’ignominia. Una scrittura ricca nello stile del grande romanzo russo. Intrigante.

Leggi tutto →

novembre 6, 2015   Nessun commento

J. ROTH, La leggenda del santo bevitore

Leggenda del santo bevitore, La La vita di Andreas, immigrato senzatetto e ubriacone, cambia improvvisamente una sera, quando un gentiluomo sconosciuto gli chiede un insolito favore: accettare duecento franchi in prestito e restituirli poi alla piccola santa Teresa di Lisieux. Un racconto franco e delicatissimo, che segue i passi di un uomo ormai senza volontà, sfinito dalla vita e in balia del prossimo e del destino. Una storia amara e dolce, scritta in modo immediato e semplice. Consigliato.

Leggi tutto →

novembre 7, 2014   2 commenti