I DONI DELLA VITA - I. Némirovsky

Erano insieme: erano felici. I familiari, che non li perdevano mai di vista, si erano piazzati fra loro e li tenevano separati con dolcezza implacabile, ma il ragazzo e la ragazza sapevano di essere vicini e il resto non contava. Era una sera di autunno d’inizio secolo. Pierre e Agnès, i loro genitori e la fidanzata di Pierre stavano aspettando l’ultimo spettacolo di fuochi d’artificio della stagione.

(Traduzione: Laura Frausin Guarino)

Categorie: Incipitando

ottobre 23, 2017   Nessun commento

I. NÉMIROVSKY, Come le mosche d’autunno

Come le mosche d'autunno La njanja Tat’jana Ivanovna accudisce generazioni di Karin nella Russia degli zar. C’è quando Jurij e Kirill partono per la guerra nel 1916; e c’è ancora quando, fuggiti tutti, Jurij torna malato e fuggitivo in una casa ormai vuota; e anche a Parigi, negli anni ’20, dove vede agitarsi i membri rimasti della famiglia in vani tentativi di vita “come mosche d’autunno”, mentre, sola, ricorda la neve, gli inverni russi, la grande casa. Un romanzo intenso, una narrazione asciutta e densa, dove ogni pagina pesa come piombo su vite senza controllo. Implacabile.

Leggi tutto →

febbraio 3, 2017   Nessun commento

I. NÉMIROVSKY, Il ballo

Ballo, Il Nella Parigi degli anni Trenta i signori Kampf, da poco arricchitisi speculando in Borsa e desiderosi di entrare finalmente nella buona società, decidono di dare un ballo sfarzoso. Solo la giovane figlia, calpestata e messa da parte, vede con lucidità l’ipocrisia e il ridicolo della sua famiglia. Personaggi al vetriolo, colti senza pietà né tenerezza nei loro atteggiamenti più miserabili. Una scrittura densa e crudele, fortemente autobiografica. Breve ma intenso.

Leggi tutto →

gennaio 9, 2015   Nessun commento