GLI INDIFFERENTI - A. Moravia

Entrò Carla; aveva indossato un vestitino di lanetta marrone con la gonna così corta, che bastò quel movimento di chiudere l’uscio per fargliela salire di un buon palmo sopra le pieghe lente che le facevano le calze intorno alle gambe; ma ella non se ne accorse e si avanzò con precauzione guardando misteriosamente davanti a sé, dinoccolata e malsicura; una sola lampada era accesa e illuminava le ginocchia di Leo seduto sul divano; un’oscurità grigia avvolgeva il resto del salotto.

Categorie: Incipitando

giugno 26, 2017   Nessun commento

AGOSTINO - A. Moravia

Nei primi giorni d’estate, Agostino e sua madre uscivano tutte le mattine sul mare in pattino. Le prime volte la madre aveva fatto venire anche un marinaio, ma Agostino aveva mostrato così chiari segni che la presenza dell’uomo l’annoiava, che da allora i remi furono affidati a lui. Egli remava con un piacere profondo su quel mare calmo e diafano del primo mattino e la madre seduta di fronte a lui, gli discorreva pianamente, lieta e serena come il mare e il cielo, proprio come se lui fosse stato un uomo e non un ragazzo di tredici anni.

Categorie: Incipitando

luglio 4, 2016   Nessun commento

A. MORAVIA, Agostino

Agostino Agostino ha 13 anni, proviene dalla buona società, è orfano di padre e ha una infantile venerazione per la madre. Innocente fino all’incoscienza, durante una vacanza al mare scopre brutalmente l’esistenza del sesso in tutte le sue forme, reso smaliziato da una banda di ragazzini. Una scrittura che sottintende molto ma che riesce a rendere lo smarrimento di una giovane mente di fronte alla volontà esplicita di umiliare e ferire. Crudo e introspettivo.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, romanzo

aprile 25, 2014   Nessun commento