IL PADIGLIONE D’ORO - Y. Mishima

Mio padre mi aveva parlato spesso del Padiglione d’oro, fin da quand’ero bambino. Sono nato su uno sperduto promontorio che s’avanza nel mar del Giappone a nord-est di Maizuru. Mio padre era nato invece a Shiraku, più a oriente; poi, la vocazione lo aveva fatto abate e l’aveva portato a vivere in romitaggio, su quel promontorio; là si era ammogliato e aveva procreato me. A capo Nariu e nei dintorni scuole medie non ce n’erano, e così a una certa età dovetti staccarmi dal focolare paterno.

(Traduzione: Mario Teti)

Categorie: Incipitando

giugno 9, 2014   Nessun commento

Y. MISHIMA, Il Padiglione d’oro

Padoglione d'oro, Il Il giovane Mizoguchi, brutto e balbuziente, è ossessionato dall’idea della bellezza, incarnata nell’immagine perfetta del Padiglione d’oro, a Kyoto. Attorno a questo rapporto di devozione e disprezzo, il protagonista costruisce teorie sulla profonda connessione tra bellezza e distruzione. Una narrazione introspettiva che alterna follia e filosofia Zen in una serrata analisi psicologica. Intenso.

Leggi tutto →

novembre 18, 2013   Nessun commento