LIBERA NOS A MALO - L. Meneghello

S’incomincia con un temporale. Siamo arrivati ieri sera, e ci hanno messi a dormire come sempre nella camera grande, che è poi quella dove sono nato. Coi tuoni e coi primi scrosci della pioggia, mi sono sentito di nuovo a casa. Erano rotolii, onde che finivano in uno sbuffo: rumori noti, cose del paese. Tutto quello che abbiamo qui è movimentato, vivido, forse perché le distanze sono piccole e fisse come in un teatro.

Categorie: Incipitando

febbraio 23, 2015   Nessun commento

L. MENEGHELLO, Libera nos a Malo

Libera nos a Malo Senza apparenti nessi logici, Meneghello descrive la sua infanzia a Malo (Vicenza) raccontando aneddoti sulla gente, sui luoghi, sulle credenze, sul confuso rapporto con la religione, sui giochi d’infanzia e i primi incontri con le donne, sul fascismo, sulle relazioni e gli intrighi che per decenni hanno rappresentato la vita di paese. Una scrittura vivace che sa seguire il flusso di coscienza dell’autore lasciandosi trasportare senza fatica da una memoria all’altra, mantenendo sempre vivi l’ironia e il divertimento, specie nei passaggi in dialetto. Consigliatissimo.

Leggi tutto →

ottobre 24, 2014   Nessun commento