I COMPAGNI SCONOSCIUTI - F. Lucentini

Dal letto, sentivo la signora Kuhnl che parlava con la gallina, nella stanza accanto. – Ruhig, ruhig, – diceva. – Stai calma.
– Ruhig, rughig – . Non era che questa gallina fosse specialmente agitata, tutt’al più farfugliava un po’ il dopopranzo. Però la signora Kuhnl ci aveva pure bisogno di discorrere con qualcuno, ogni tanto.

Categorie: Incipitando

luglio 10, 2017   Nessun commento

F. LUCENTINI, I compagni sconosciuti

Compagni sconosciuti, I A Vienna, il giovane Franco, malato e forse ricercato, in balia della paura e dell’incoscienza, pensa di farla finita gettandosi da un ponte. Il desiderio di trovare qualcosa per cui vivere, di scoprire persone per cui valga la pena soffrire e il terrore di ottenerli davvero, sono gli ingranaggi di questo racconto, giocato sulle difficoltà di capirsi in lingue diverse e la straziante facilità di comprendersi senza bisogno di parlare. Ben scritto e ben costruito. Consigliato.

Leggi tutto →

Categorie: formazione, racconto

agosto 21, 2015   Nessun commento