IL LIBRO DELLA GIUNGLA - R. Kipling

Eran le sette di sera, d’una serata caldissima fra le colline di Seeonee, quando Babbo Lupo si svegliò dal suo riposo diurno. Si grattò, sbadigliò e stirò le zampe una dopo l’altra per scuoterne dall’estremità il torpore del sonno. Mamma Lupa se ne stava accucciata, col grosso muso a terra, in mezzo ai suoi quattro cuccioli che si rotolavano guaiolando, e la luna splendeva entro la bocca della tana che era la loro casa.

(Traduzione: Umberto Pittola)

Categorie: Incipitando

novembre 10, 2014   Nessun commento

CAPITANI CORAGGIOSI - R. Kipling

La porta di sopravvento del salone per fumatori era aperta sulla nebbia dell’Atlantico del Nord, e il grande piroscafo rollava e beccheggiava, facendo suonare la sirena per segnalare la sua presenza alla flottiglia dei pescherecci.
«Quel ragazzo Cheyne è la peggior seccatura che potessimo trovare a bordo», disse un signore avvolto in un mantello di ruvida lana, chiudendo la porta con un colpo, «nessuno lo desidera qui, è troppo insolente.»

(Traduzione: Anna Maria Speckel)

Categorie: Incipitando

settembre 8, 2014   Nessun commento

Rudyard Kipling

Le parole sono, s’intende, la più potente droga usata dal genere umano.

Kipling, Ruyard

Categorie: Aforismi

giugno 1, 2014   Nessun commento