LA PESTE - A. Camus

I singolari avvenimenti che danno materia a questa cronaca si sono verificati nel 194… a Orano; per opinione generale, non vi erano al loro posto, uscendo un po’ dall’ordinario: a prima vista, infatti, Orano è una citta delle solite, null’altro che una prefettura francese della costa algerina.
La città in se stessa, bisogna riconoscerlo, è brutta. D’aspetto tranquillo, occorre qualche tempo per accorgersi di quello che la fa diversa da tante altre città mercantili, sotto tutte le latitudini.

(Traduzione: Beniamino Dal Fabbro)

Categorie: Incipitando

novembre 28, 2016   Nessun commento

A. CAMUS, Lo straniero

Straniero, Lo

Il signor Meursault è incapace di provare emozioni: al funerale della madre non riesce a piangere, la bella Maria gli ispira mero desiderio carnale e non sa come dare conforto a chi gli confida le proprie pene. Pur interrogandosi su se stesso, continua a vivere come un involucro vuoto, come uno straniero nel mondo, indifferente fino alle più estreme conseguenze. Una scrittura intimistica e lenta per un romanzo che indaga i motivi dell’esistenza, affondando nei recessi più riposti dell’animo umano. Intenso.

Leggi tutto →

settembre 18, 2015   Nessun commento

Albert Camus

Il male che è nel mondo viene quasi sempre dall’ignoranza, e la buona volontà può fare guai quanto la malvagità, se non è illuminata.

Camus, Albert

Categorie: Aforismi

maggio 7, 2015   Nessun commento