LA MORTE E LA BUSSOLA - J. L. Borges

Tra i molti problemi sui quali si esercitò la temeraria perspicacia di Lönnrot, nessuno è così strano – così rigorosamente strano, si potrebbe dire – come la serie periodica di fatti di sangue che culminarono nella villa di Triste-le-Roy, in mezzo all’interminabile profumo degli eucalipti. È vero che Erik Lönnrot non riuscì ad impedire l’ultimo delitto, ma è indiscutibile che lo previde.

(Traduzione: Antonio Melis)

Categorie: Incipitando

agosto 15, 2016   Nessun commento

Jorge Luis Borges

Questo è il mio postulato: tutta la letteratura è autobiografica, alla fine. Tutto è poetico, in quanto ci confessa un destino, in quanto ce lo fa intravedere. […] Faccio presente che non intendo contraddire la vitalità del dramma e dei romanzi; ciò che affermo è la nostra sete di anime, di destini, di modi di essere, una sete così consapevole di ciò che cerca, che se le vite favolose non la soddisfano, indaga amorevolmente su quella dell’autore.

Borges, Jorge Luis

Categorie: Aforismi

giugno 2, 2016   Nessun commento